Biofeedback antistress

Cos’è il bio feedback anti stress ?

E’ una tecnica terapeutica  con cui il paziente apprende come regolare il proprio corpo diventando consapevole dei cambiamenti fisiologici involontari

Cosa può aiutare il biofeedback?
  • Ansia
  • Stress
  • Tensioni muscolari
  • Alterazioni nella respirazione
  • Alterazioni cardiocircolatorie
  • Squilibri tra simpatico e parasimpatico
La terapia STRESS FLOW PPG

Con la guida del terapeuta e l’ausilio dell’apparecchiatura non invasiva si interviene sulle principali funzioni  della respirazione, che influenza tensione muscolare, frequenza cardiaca, pressione sanguigna, temperatura cutanea periferica  per:

  • Aumentare la consapevolezza della propria attivazione psicofisiologica
  • Potenziare la propria capacità di gestione dello stress
  • Facilitare lo stato di rilassamento

Il biofeedback consente ai pazienti di apportare cambiamenti positivi vedendo in tempo reale cosa sta succedendo all’interno del loro corpo . Comprendere  le reazioni fisiologiche e il loro impatto consente di imparare a rispondere in modo più equilibrato . Queste risposte apprese alla fine diventano automatiche attraverso la pratica che coinvolge esercizi ripetitivi e rinforzo positivo. Il biofeedback combatte lo stress insegnando tecniche di respirazione /rilassamento.  Il paziente impara come manipolare consapevolmente respirazione, frequenza cardiaca e altre funzioni solitamente involontarie per controllare  la risposta del corpo a situazioni stressanti.

Quale tipo di biofeedback ?
PPG

Il Biofeedback Stress Flow PPG – Photo-Plethysmo-Graphyo– o della variabilità cardiaca ( Heart Rate Variability) è una tecnica di misurazione ottica non invasiva che può essere utilizzata per rilevare le variazioni di volume del sangue nel letto microvascolare dei tessuti.  (per approfondimenti  vedere pg. sistemi ).

Come equilibrare il sistema simpatico e quello parasimpatico ?
simpatico parasimpatoico

Il sistema nervoso centrale controlla quasi tutte le funzioni corporee al di fuori di alcune azioni riflesse e sovrintende alle azioni del sistema nervoso periferico. In genere non si è addestrati a controllare consapevolmente molti dei processi nel sistema nervoso autonomo . Scopo della terapia è di facilitare l’equilibrio dinamico tra i due sistemi . (Vedere sistemi ) 

Quante sedute per vedere i risultati?

Il numero di sedute varia da paziente a paziente a seconda del livello di impegno nella terapia e della gravità della condizione, ma di solito i benefici possono essere visti entro 10 sessioni o meno. In generale, i pazienti che fanno biofeedback devono incontrarsi con il loro terapista una volta/due alla settimana .

Sos Dislessia Milano

benessere e equilibrio energetico personale

mondohonline

benessere e equilibrio energetico personale

Sos Dislessia Milano

benessere e equilibrio energetico personale

mondohonline

benessere e equilibrio energetico personale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: